24 Gennaio 2020
13:13

“Calici d’Arte”: i vini e le ricette tradizionali alla città del Natale

“Calici d’Arte”: i vini e le ricette tradizionali alla città del Natale

Debutta nel prossimo weekend , il 7 e 8 dicembre, presso  il Palazzo della Fraternita dei Laici di Arezzo  la  prima edizione di “Calici d’Arte”,  manifestazione  dedicata al vino della Provincia di Arezzo.

Locandina 30x47,5_Fraternita_VERS 4 bis

Locandina dell’evento “Arezzo Calici d’arte”

Un battesimo importante e partecipato con la presenza del Primo Rettore della Fraternita Pierluigi  Rossi, del Presidente di Strada del Vino-Terre di Arezzo Saverio Luzzi , del  Delegato AIS Luca Lazzeroni, del Presidente della Camera di Commercio Massimo Guasconi, del Segretario Generale dell’Ente Camerale Giuseppe Salvini, del rappresentante di  Gusto dei Guidi Gabriele Mortai, del Presidente di Confcommercio Arezzo Anna Lapini e del Presidente di Confesercenti Arezzo Mario Landini. L’iniziativa è  inserita nel  progetto “Vetrina Toscana”, organizzato da Regione Toscana e Camera di Commercio di Arezzo-Siena in collaborazione con Confcommercio Arezzo e Confesercenti Arezzo. Promotori dell’evento, che si svolgerà il prossimo 7 ed 8 dicembre,  in concomitanza con gli eventi  della Città del Natale, sono Fraternita dei Laici, Gusto dei Guidi, Ais Delegazione di Arezzo e Strada del Vino Terre di Arezzo.

L’evento, aperto al pubblico dietro pagamento di ticket di ingresso, si snoderà all’interno delle sale della quadreria del museo della Fraternita del Laici in orario 16.00 – 21.00.

Si tratta di un altra importante occasione di promozione del settore vitivinicolo aretino il quale in questi ultimi anni si sta confermando come uno dei comparti produttivi più vivaci ed attivi del sistema economico locale in grado di conquistare ampi consensi ed interessanti spazi di mercato sia a livello nazionale che internazionale.

Alla manifestazione parteciperanno alcune delle  cantine associate a Strada del Vino Terre di Arezzo ed in particolare: Buccia Nera, Villa la Ripa, Tenute San Fabiano, Il Palazzo, Tenute di Fraternita, La Torre, Villa Cilnia, Petrolo, Ornina, Tenuta Sette Ponti, La Pievuccia, Gabriele Mazzeschi, Pie di Colle, San Ferdinando, Camperchi, Baldetti Alfonso, Iviti, Poggio Sorbello, Fattoria Santa Vittoria, San Luciano, Mannucci Droandi, Scrafana, Pancole.

Di particolare interesse  la formula promozionale che unisce la rete di ristoranti aderenti a Vetrina Toscana e la due giorni di manifestazione; infatti dal 30 novembre fino a domenica 8 dicembre  in 11 ristoranti del centro storico di Arezzo aderenti al circuito Vetrina Toscana sarà possibile provare il piatto dedicato all’evento e ricevere un biglietto di ingresso ridotto per la manifestazione Calici d’Arte.
Questi i ristoranti e le ricette proposte legate sia alla stagionalità che alla trazione della cucina aretina:

Antica Osteria L’Agania (I grifi di Michelangelo)

Aliciati ( Tortelli di anatra con crema di patate arrosto al finocchietto selvatico)

Essenza di Dario e Anna ( filetto di maiale con riduzione di melograno e schiuma di castagne)

I 3 Bicchieri ( zuppa di cereali e legumi )

Osteria dei Mercanti ( Pappardelle di grano verna al sugo d’ocio)

Lancia d’Oro ( fegatelli con finocchio selvatico su pane all’avena)

La Vigna ( zuppa etrusca con pane, uova e porcini)

Logge Vasari ( zuppa etrusca di fagioli e ceci con farro e orzo con erbe selvatiche)

Mariano ( fegatelli all’aretina con finocchietto di alloro)

Gli Ostinati ( Lombatina di cinghiale con cipolla sotto la cenere e mirtilli)

Tortello Divino ( Tortelli di patate al ragù bianco)

Arezzo, 5 dicembre 2019

Segui:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X