30 Ottobre 2020
11:36

BANDO REGIONALE  DI SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI: CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 40% DELL’INVESTIMENTO

BANDO REGIONALE  DI SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI: CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 40% DELL’INVESTIMENTO

Il bando sarà pubblicato giovedì 24 settembre e dal giorno stesso si potranno presentare le domande.

Le caratteristiche di massima del bando sono:

  • SOGGETTI BENEFICIARI: PMI di ogni settore escluso agricoltura e allevamento. Saranno ammesse soltanto le imprese che a partire dal 1 febbraio 2020 non hanno operato licenziamenti del proprio personale dipendente e che si impegneranno a mantenerlo nei 12 mesi successivi alla comunicazione di ammissione al finanziamento. Le aziende inoltre devono rispettare dei requisiti di adeguatezza patrimoniale, economica e finanziaria che sono descritti nell’allegato.
  • SPESE AMMISSIBILI: Spese per investimenti in beni strumentali nuovi, materiali ed immateriali, collegati all’attività economica ammissibile e avviati successivamente alla data del 1 febbraio 2020 (sono quindi ammesse le spese pregresse). Sono inoltre ammesse spese correnti per un importo non superiore al 30% dell’intero costo ammissibile dell’intervento. Il costo totale dell’intervento di investimento ammissibile va da un minimo di 20.000,00 euro ad un massimo di 200.000,00.
  • CONTRIBUTO: Contributo a fondo perduto nella misura minima del 40%. Tale misura può essere incrementata in presenza di alcune tipologie di investimento (spese per fronteggiare emergenza Covid-19, beni immateriali e materiali destinati alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, incremento occupazionale).

OBBLIGHI DA RISPETTARE:

  • l’azienda non deve aver licenziato personale dal 1.02.2020 e dovrà mantenerlo x i successivi 12 mesi dalla delibera
  • l’azienda dovrà avviare l’investimento entro 30 giorni successivi la delibera e concluderli entro 12 mesi successivi la delibera
  • l’azienda dovrà realizzare almeno il 60% dell’investimento presentato in domanda
  • l’azienda dovrà avere fino al saldo il durc regolare
  • l’azienda per i successivi 8 anni dovrà essere attiva, mantenere sede o unità locale in Toscana, non dovrà alienare l’investimento oggetto del contributo
  • attivare un tirocinio non curriculare per contributi concessi tra 100.000 e 200.000€

DOCUMENTI NECESSARI PER PRESENTARE LA DOMANDA 

  • Visura camerale dell’azienda e delle eventuali aziende collegate
  • Ultimi due bilanci d’esercizio per le società di capitali e ultime due dichiarazioni dei redditi per le società di persone e delle eventuali aziende collegate
  • Elenco delle spese sostenute da febbraio 2020 e delle spese previste nei prossimi 12 mesi ammissibili al bando (vedi allegato) . Non sono necessarie nella prima fase nè fatture, nè preventivi. Verranno chiesti successivamente. L’importante è che l’elenco specifichi nel dettaglio il tipo di spesa sostenuta e l’importo
  • durc sarà necessario in corso di istruttoria
  • ula(unità lavorative annue) al 1.02.2020 e dm10/uniemens del febbraio 2020
  • ula relative all’ultimo bilancio ufficiale e delle eventuali aziende collegate dm10/uniemens del dicembre dell’anno 2019(o 2018 se ultimo ufficiale)
  • compilare la scheda progetto in allegato
  • telefono, fax, email
  • marca da bollo da 16€

Chiedi all’ufficio credito Confesercenti ad Arezzo: tel. 0575.983900, oppure all’ufficio di zona di Confesercenti del tuo territorio . Oltre alle informazioni ti diranno tutto in merito al bando

SCARICA IL BANDO FONDO INVESTIMENTI TOSCANA

Segui:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X