29 Gennaio 2023
15:45

La "prova" della crisi

Saldi ai nastri di partenza. Attese e timori tra commercianti che auspicano di rientrare dal calo di fatturato derivante dalla contrazione dei consumi. Ed aspettative anche per i consumatori alla ricerca dell’affare.
In città sono questi i presupposti con i quali a partire da mercoledì 7 luglio avranno inizio le tradizionali vendite di fine stagione.
“I fatturati delle imprese che vendono moda – dichiara Alessandro Banchelli, responsabile del settore abbigliamento Fismo-Confesercenti – secondo un’indagine condotta dalla Fismo-Confesercenti tra i propri iscritti, nel primo semestre del 2010 hanno registrato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un calo compreso tra il 15 ed il 20 per cento”.
“Dati alla mano – prosegue il Presidente Banchelli – le condizioni meteo certamente non hanno influito positivamente sull’andamento delle vendite in questo scorcio di stagione. Adesso alla vigilia dei saldi i commercianti secondo l’indagine Fismo si dicono sfiduciati e scettici. C’è incertezza sul risultato delle prossime vendite promozionali. Nonostante tutto gli esercenti non rinunceranno ad offrire alla propria clientela l’annuale occasione di fare affari e di portare a casa i capi desiderati e tenuti sott’occhio in attesa degli sconti. Non dimentichiamo che 6 italiani su 10 aspettano queste vendite per acquistare i capi d’abbigliamento più importanti”.
“Anche se – conclude Alessandro Banchelli – alcuni negozi, per fortuna pochi, avviano i saldi in anticipo, proponendo sconti già da qualche giorno. Rammentiamo loro che mantenere una data uguale per tutti è in definitiva una vantaggio per tutta la categoria”.
L’appuntamento con le occasioni estive per i consumatori è a partire da mercoledì E non mancheranno in città nuove iniziative ed aperture notturne. Presumibilmente, vista la crisi e le difficoltà delle famiglie, gli esercenti proporranno interessanti sconti. Quanto alle istruzioni per l’uso, agli operatori del settore la Fismo ha raccomandato, come sempre, qualità, correttezza, trasparenza e cortesia. Per i consumatori i consigli sono quelli di sempre: rivolgersi ai negozi di fiducia, controllare la merce ed il rispetto degli sconti annunciati.

Segui:
x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

X
x