26 Maggio 2022
18:33

BIBBIENA: BANDO OBIETTIVORIPARTIAMO

BIBBIENA: BANDO OBIETTIVORIPARTIAMO

In arrivo incentivi a fondo perduto per lo sviluppo delle attività produttive.
Si informa che da lunedì 10 maggio 2021 ed entro il termine perentorio fissato per le ore 12 del 20 maggio 2021 è possibile presentare la domanda di miscrizione al bando #Bibbiena: ObiettivoRipartiAmo per l’accesso a contributi per lo sviluppo delle Attività Produttive Bibbienesi, promosso dal Comune di Bibbiena mediante incentivi sotto forma di contributo in Conto Capitale a fondo perduto regolati dal BANDO. La domanda dovrà essere presentata in formato digitale inviata via PEC a bibbiena@postacert.toscana.it.

ECCO I SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ

Possono presentare domanda le imprese che esercitano la propria attività nel territorio del Comune di Bibbiena e che hanno l’attività rientrante in uno dei seguenti codici ISTAT ATECO 2007:
B – Estrazione di minerali da cave e miniere
C – Attività manifatturiere
D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F – Costruzioni
G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio
H – Trasporto e magazzinaggio
I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
J – Servizi di informazione e comunicazione
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
P – Istruzione, limitatamente al gruppo 85.5
Q – Sanità e assistenza sociale, ad eccezione del gruppo 86.1
R – Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
S – Altre attività di servizi, limitatamente alla divisione 95 e 96

Ciascun richiedente può presentare una sola domanda di aiuto, pena l’esclusi.

GLI INTERVENTI FINANZIABILI E SPESE AMMISSIBILI SONO:
I contributi sono erogati nella misura pari al 100% delle spese riconosciute ammissibili con il limite massimo complessivo per ciascun beneficiario di euro 500,00 di contributo. L’importo minimo dell’investimento ammissibile deve essere pari ad euro 100,00 (IVA esclusa).
Gli aiuti sono indirizzati a contribuire alla copertura delle spese sostenute per:
– beni materiali: impianti, macchinari, attrezzature e altri beni funzionali all’attività di impresa, opere murarie;
– beni immateriali: attivi diversi da quelli materiali o finanziari che consistono in diritti di brevetti, licenze (esclusa l’autorizzazione a svolgere l’attività), know how o altre forme di proprietà intellettuale;
– spese per pubblicità;
– spese per l’acquisto di dispositivi per il superamento dell’emergenza Covid-19.

NON SONO AMMESSE LE SPESE PER CAPITALE CIRCOLANTE (spese di costituzione così come definite dal Codice Civile, spese generali – utenze e affitto -, scorte).

NON SONO AMMISSIBILI LE SPESE PER INVESTIMENTI SOSTENUTE IN DATA ANTECEDENTE AL 1 GENNAIO 2021.

NON È AMMISSIBILE L’ACQUISTO DI MATERIALE USATO.

Gli investimenti devono essere funzionalmente collegati all’attività economica ammissibile e regolarmente iscritti in bilancio.

SONO ESCLUSI:
– gli investimenti in attivi materiali e immateriali ceduti all’impresa dai soci o dagli amministratori dell’impresa stessa o dai loro coniugi o parenti ed affini entro il secondo grado;
– i beni e i servizi oggetto di finanziamento non siano fatturati all’impresa beneficiaria da società con rapporti di controllo o collegamento così come definito nel Decreto del 18-04-2005 emanato dal Ministro delle Attività Produttive o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza  amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza.- gli investimenti realizzati tramite locazione finanziaria e acquisto con patto di riservato dominio a norma dell’art. 1523 del Codice Civile;
– l’acquisizione di azioni o quote di un’impresa;
– l’imposta sul valore aggiunto recuperabile;
– gli interessi passivi;
– le spese sostenute mediante forme di pagamento di cui non può essere dimostrata la tracciabilità;
– le commissioni per operazioni finanziarie;
– le perdite di cambio e gli altri oneri meramente finanziari;
– le ammende e le penali;
– le spese di rappresentanza;
– l’avviamento.

Termine iniziale
Sono finanziabili tutti gli investimenti eseguiti a partire dalla data del 1 gennaio 2021. Per data di avvio degli investimenti si intende la data di sottoscrizione di contratti, di conferme d’ordine o, in mancanza, di emissione di fatture.
Termine finale
Le spese dovranno concludersi entro il 31 ottobre 2021. Per conclusione dell’investimento si intende il pagamento a saldo da parte dell’impresa beneficiaria dei beni oggetto dell’investimento. Il mancato rispetto di tale termine determina la revoca dell’agevolazione.

Per ulteriori dettagli SCARICA IL DISCIPLINARE DETTAGLIATO PER LA RICHIESTA DI ACCESSO AI CONTRIBUTI PER LO SVILUPPO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI BIBBIENA

INFO:
Per maggiori informazioni contatta CONFESERCENTI CASENTINO: Paola Orlandi 339.1633255 – 0575.520438 (servizicasentino@confesercenti.ar.it)

SCARICA IL MODELLO PER LA DOMANDA – BANDO COMUNE DI BIBBIENA

Segui:
x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati sfruttano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

X
x